24-09-20

 

Ricerca Indipendente - L'informazione al servizio degli esseri umani, e non il contrario.

Alla base di una qualsiasi informazione c'è sempre un processo di ricerca.
Generalmente si parla di "ricerca della verità", inteso come l'intento di portare alla luce quella più piccola fondamentale essenza non ancora nota, sia perché mai scoperta, sia perché andata perduta nel tempo.

Sappiamo che esistono sempre almeno due verità, la cosiddetta "verità ufficiale" e la "verità ufficiosa", o non ufficiale.
Verità ufficiale, verità d'ufficio, è quella verità statica e non mutevole, limitata ai contesti evolutivi dell'uomo per soddisfare i suoi scenari temporali, politici, etnici, tecnologici e scientifici.
Verità non ufficiale, è quella verità dinamica e mutevole, non soggetta ad alcun limite, poiché è essa stessa alla base dei processi evolutivi dell'uomo.

Nel campo di una qualsiasi ricerca la verità ufficiale rappresenta solo un virtuale punto di arrivo, e la storia a noi nota dimostra che nessuna verità è rimasta immutata nel tempo.

Gli esiti di ogni ricerca, se non la ricerca stessa, possono tuttavia essere influenzati dalle pressioni degli interessi personali o extrapersonali.

Se è vero che l'informazione è il primordiale strumento di controllo messo in campo dal controllore di turno, se è vero che ogni ricerca può generare una nuova informazione, se è vero che ogni ricerca può essere direttamente o indirettamente finanziata, questo significa che ogni controllore può compromettere ogni informazione allo scopo di controllarla nel tempo.
Ovvero, esseri umani al servizio dell'informazione.

A contrastare più o meno efficacemente questo meccanismo sono gli uomini che hanno ben capito le finalità non sempre lecite di questo "gioco", uomini e donne che non di rado hanno deciso di dedicare la propria vita per tentare di correggere il vezzo degli interessi dei pochi a favore del bene collettivo.

Significa negare il tacito consenso, significa non accettare alcuna informazione se non messa prima al vaglio della propria autocritica, significa riesaminare visceralmente ogni verità data per ufficiale, significa rimettere in discussione tutto ciò che non porta alcun beneficio a tutti gli esseri umani.

Significa che ogni essere umano deve essere libero di fare le proprie ricerche, ponendo l'informazione come strumento al servizio del bene collettivo.

Da qui nasce Ricerca Indipendente.
Ricerca Indipendente è un portale che mette a disposizione contenuti per le proprie ricerche personali.
Può essere paragonato ad un grande archivio, contenente materiale ufficiale e non ufficiale.

In Ricerca Indipendente non esiste distinzione tra verità ufficiale e verità ufficiosa, perché tutto viene considerato come patrimonio intellettuale dell'essere umano.
Così, ogni argomento, qui, può essere affrontato senza preconcetti, senza imposizioni, senza limiti.
Del resto, i limiti appartengono solo ed esclusivamente alla mente dell'uomo.

In Ricerca Indipendente non è presente pubblicità, non accettiamo e non lasciamo spazio a sponsor o circuiti pubblicitari più o meno invasivi, non nutriamo alcun interesse di lucro, bensì l'ambiziosa idea di porre la passione per la ricerca e la scoperta al di sopra di qualsiasi futile interesse.

Abbiamo sviluppato una piattaforma completamente open source per promuovere una sana collaborazione tra tutti gli utenti, prediligendo la concentrazione del ricercatore e riducendo al minimo le distrazioni.

Adottiamo una politica di condotta molto rigida, ma semplice e chiara: solo contenuti allo stato puro, lontani da qualsiasi interesse, niente pubblicità, niente donazioni a favore di "opinioni altrui", niente commenti inappropriati da parte di abili truffatori quali trolls, disinformatori ed influencers.

Niente trolls, niente disinformatori, niente influencer, punto.

Teniamo all'ordine ed alla pulizia, ma soprattutto al decoro.
Vogliamo permettere a qualsiasi utente di fare le proprie ricerche autonomamente, senza influenze esterne, senza preconcetti e senza distrazioni.
In Ricerca Indipendente è rigorosamente vietato (e comunque fortemente contrastato) l'accesso ai trolls, ai disinformatori ed agli influencers.
Garantiamo, nella nostra community, la massima libertà di espressione ad ogni libero ricercatore iscritto, compresa la totale libertà di scegliere un nome anonimo anziché quello vero.
Ma, in caso di comportamenti o interventi sospetti, interveniamo immediatamente per verificare la genuinità delle intenzioni dell'utente artefice.
Qualsiasi atteggiamento che corrisponda tipicamente ad almeno una delle citate categorie, viene richiamato da chi è preposto al controllo e, nei casi più gravi (o semplice conferma), si procede con immediato ban dell'utente dal progetto.
Non vogliamo che questi abili furfanti mettano becco qui, punto.

Cos'è un Ricercatore Indipendente?

Si definisce Ricercatore Indipendente quella persona con molteplici approfondite conoscenze e competenze, in grado di svolgere in totale autonomia un ampio spettro di ricerche con approccio mentale, culturale, filosofico, logico e scientifico libero ed aperto.
Come una sorta di investigatore, un Ricercatore Indipendente affronta il processo di ricerca con intuito, scetticismo, criticità e, quando possibile, metodo scientifico.

Di norma, un Ricercatore Indipendente non è vincolato né obbligato a rispondere ad enti, aziende, lobby, associazioni... e così via.
Tuttavia, non è affatto raro che aziende o istituti di ricerca che non dispongano di persone o personale adeguato al loro interno, si avvalgano di ricercatori indipendenti professionisti.

Perché Open Source?

Perché la nostra ambizione è quella di applicare la filosofia open source alla ricerca.
In informatica, un programma (software) si definisce open source quando i detentori dei diritti intellettuali (ideatori, sviluppatori, programmatori...), tramite specifica licenza, favoriscono lo studio, la modifica, l'utilizzo e la ridistribuzione del programma stesso, in particolare del codice sorgente.
In Ricerca Indipendente applichiamo questo modello aperto alla ricerca.

Per di più, il portale di Ricerca Indipendente è realizzato interamente con programmi liberi ed open source; sia nei nostri computer, sia in questo server, prediligiamo software open source, escludendo qualsiasi tipo di software privato.

Chi vi paga? Pubblicità? Altro?

Sosteniamo da soli il nostro progetto.
Nessuna pubblicità, nessuno sponsor, nessuna mazzetta... in altre parole, questo progetto non prevede alcuna forma o fonte di guadagno.
Per nessuno.

Come sostenete i costi di questo sito?

I costi di gestione di questo portale ammontano a circa 50-80€ al mese.
Non è una cifra proibitiva, siamo perfettamente in grado di poter sostenere una tale cifra con delle semplici collette, senza restrizioni per le nostre vite.
Chiunque può volontariamente contribuire anche alla spesa di gestione, a tal proposito si può consultare l'apposita pagina Sostienici!.
Le donazioni non prevedono e non costituiscono in alcun modo vincoli contrattuali né da parte nostra né da parte del donatore.
Ovvero, la nostra passione non è in vendita, né soprattutto in svendita.
Semplicemente, non ha prezzo.

Vorrei partecipare anche io, come posso fare?

Registrati, segui le discussioni, partecipa, crea e condividi materiale.
Se hai competenze e conoscenze informatiche puoi anche entrare a far parte dello Staff tecnico, suggerendo modifiche, migliorie e, perché no, sviluppare tu stesso nuove tecnologie da implementare in Ricerca Indipendente.
Ricorda che Ricerca Indipendente è Open Source, vincolata da Licenza Creative Common 4.0.
Tutto ciò che sviluppi con noi verrà messo a disposizione di tutti, e chiunque avrà la possibilità di modificarlo a sua volta.
Tutto quello che mettiamo a disposizione di tutti è di tutti, non tuo.
Se questa cosa non ti piace, Ricerca Indipendente non fa per te.

 

ultima revisione: 10/06/2020

Systemgear